UNIMPRESA REGIONE TOSCANA FORMAZIONE AGRICOLTURA UNIMPRESA FIDI CENTRO STUDI QUALITÀ COMMERCIO TURISMO SERVIZI PATRONATO UNIMPRESA DONNA SICUREZZA SUL LAVORO COOPERATIVE UNI.A.P. GIOVANI IMPRENDITORI PAGHE ONLINE EDILIZIA C.A.F. UNIMPRESA POLITICHE DEL LAVORO PESCA UNIMPRESA SERVIZI PRIVACY NAUTICA S.A.FIN. PIEMME IMPRESA ASSISTENZA FISCALE E TRIBUTARIA OPERE SOCIALI BIO UNIMPRESA UFFICIO LEGISLATIVO SPORT E TEMPO LIBERO C.A.A. S.O.A. TRASPORTI E.B.S.S. INFOCAMERE UNIVET I.C.F. ASSOCIAZIONI CONTRATTI COLLETTIVI AREZZO FIRENZE GROSSETO LIVORNO LUCCA MASSA CARRARA PISA PISTOIA PRATO SIENA ITALIA TOSCANA FIRENZE ITALY TUSCANY FLORENCE SIEVEONLINE NETWORK

Associazione di Categoria per le Piccole e Medie Imprese

Firenze -  6

Home Page  |  WebMail  |  Area Riservata


Il Nuovo Sostegno alle Imprese

   SPECIALI ED APPROFONDIMENTI

      TRASPORTOUNITO FIAP

                     RAEE - DECRETO ATTUATIVO

<<<

Lo scorso 4 maggio sulla G.U. è stato pubblicato il decreto attuativo che istituisce le modalità di funzionamento della gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

In sintesi:

- I distributori, al momento della fornitura di una nuova apparecchiatura elettrica od elettronica (AEE), devono assicurare il ritiro gratuito dell’apparecchiatura che viene sostituita;

- Rientra nella fase della raccolta, il raggruppamento dei RAEE, finalizzato al loro trasporto presso i centri di raccolta autorizzati (con cadenza mensile e quantità di 3.500 kg);

- Nei casi di raggruppamento dei RAEE il luogo deve essere idoneo e protetto anche dagli agenti atmosferici. Da tenere separati i rifiuti pericolosi;

- I distributori hanno l’obbligo della tenuta del registro di carico e scarico nonché di uno schedario numerato progressivamente da utilizzare per la registrazione dei ritiri (Allegato 1 G.U. n. 102 del 4.5.10);

- Il trasporto deve essere accompagnato da un documento di trasporto conforme al modello (allegato II G.U. n. 102 del 4.5.10), numerato e redatto in tre esemplari. Il documento di trasporto è compilato, datato e firmato dal distributore o dal trasportatore che agisce in suo nome. Il trasportatore, se diverso dal distributore, provvede a restituire al distributore una copia del documento di trasporto sottoscritto dall’addetto del centro di raccolta destinatario dei RAEE (trattenendo per se una copia).

- Il trasportatore adempie all’obbligo di tenuta del registro di carico e scarico conservando per tre anni le copie dei documenti di trasporto relativi ai trasporti effettuati.

- Il trasporto è accompagnato altresì da copia fotostatica, firmata dal distributore, delle pagine dello schedario, relative ai rifiuti trasportati, compilate con la data e l’ora di inizio del trasporto dal punto di vendita al luogo del raggruppamento;

- I distributori devono assicurare che i RAEE giungano al centro di raccolta senza aver subito processi di disassemblaggio o di sottrazione di componenti (si configura come attività di gestione dei rifiuti non autorizzata);

- Le attività di trasporto che agiscono in nome dei distributori devono presentare una comunicazione alla sezione regionale o provinciale dell’Albo Gestori territorialmente competente, una comunicazione con la quale attestano sotto la propria responsabilità: la sede; gli estremi del distributore; le tipologie RAEE con i relativi codici; idoneità tecnica ed estremi identificativi dei mezzi da utilizzare; versamento diritto annuale di iscrizione.